Castel Sant'Angelo in numeri

Castel Sant'Angelo è un comune di 1.287 abitanti della provincia di Rieti"

i numeri

di
Castel Sant'Angelo

Amministrazione:
Sindaco: Luigi Taddei, dal 05/2014.
Comune: Centralino 0746 69.86.29
Fa parte della Comunità Montana "Velino"
Classificazione climatica: zona E, 2487 GR/G

 

Regione: Lazio
Provincia: Rieti (RI)
Distanza da Rieti: 19 km.
Latitudine: 42° 24‘ Nord
Longitudine: 13° 01‘ Est
Altitudine: 448 - 581 m s.l.m.
Superficie: 31 km²
Frazioni: Paterno, Castello, Cotilia Terme, Vasche, Canetra, Mozza, Piè di Mozza, Ponte, Ponte Alto, Canetra (sede Comunale) Pagliara.
Comuni limitrofi: Micigliano Borgo Velino Cittaducale
CAP: 02010
Codice ISTAT: 057015
Codice fiscale: C268
Abitanti (nome): Castellani in genere
per PATERNO è ancora in uso Pelasgi

 

 

Le origini di Castel Sant'Angelo risalgono all'Alto Medio Evo. Il capoluogo del comune al quale ha dato il nome è stata sede comunale fino all'ultimo scorcio del XIX secolo. Altre ville e casali dai toponimi interessanti: Stalle (Piedicastello), Canestra, Ville, Pagliara, S.Martino, Ponte, Mozza, Piedimozza, Collaccaro, Cuccavecchia, Vasche e Casali di Castello facevano parte del territorio costituente il Castrum. Il borgo come si presenta ora composto di un recinto fortificato con torre principale svettante in alto e dall'abitato, prevalentemente quattrocentesco. I principali monumenti sono: la di S. Maria della Porta, ex sala dei Cavalieri di Arcipretura, la chiesa di S. Michele Arcangelo, intestata all'angelo che dà il nome al Castrum la porta nella torre d'ingresso principale, la torre campanaria, la Porta di Pago e la cinta muraria munita di 10 torri. Al di fuori delle mura la chiesa di S. Rocco e quella di S. Maria di Canetra ormai distrutta e quella di S. Biagio (risalente alla fine del sec. XIX). La chiesa di S. Maria della Porta è stata per lungo tempo sede di confraternite e Monti Frumentari. La sede dei Monti Frumentari era posta nel locale denominato “ Il Monte posto al pian terreno” sotto la chiesa di S. Maria della Porta. Nell'interno del borgo diverse sono le costruzioni che rivestono interesse storico, adornate di finestre e porte con architravi decorati spesso datati. Ricordiamo la bifora in Via Rupe Tarpa e la quadrifora in Via degli Amici, numerosi portaletti, affreschi e stemmi risalenti al XV secolo.

Flavia Festuccia ( testo ripreso da una stampa all'interno della chiesa di Castello)…"