Umbilicus Italiae: Paterno e i suoi artisti

“Di certo era una città meravigliosa che si estendeva per diverse miglia dove c'erano diversi templi di cui uno dedicato al Dio Saturno , bellissimi teatri, acquedotti, archi stupendi, case pubbliche e private di una bellezza esemplare ”.
tratto dal libro Umbilicus Italiae

Paterno

e
gli artisti


Durante le varie feste che sono state organizzate a Paterno, si sono succeduti diversi artisti, tralasciando le varie bande e complessi musicali che hanno avuto le loro performance in piazza, ritengo quasi doveroso ricordare alcuni di loro che si sono cimentati nel palcoscenico del "centro d'Italia". Il mago Nadir è stato presente nel 2002 ed ha allietato, stupendo, la platea dei Paternesi.


2007 Piero e Christian

Il 2007 ha portato a Paterno il duo "Piero e Christian". I due artisti,, nati entrambi nel 1973, "Siculi" di Palermo, sono amici praticamente da sempre. Esordiscono con uno spettacolo dal titolo "Ma l'80 per cento è mio" nel 2004, dopo è solo una raccolta di successi. Hanno fatto parte del laboratorio di Zelig fino a vincere nel 2006 il "Festival di Casoria" . Piazza dei 500 di Paterno, ha quindi ospitato altri due artisti di tutto rispetto. Dopo un'inizio discreto, vista la concorrenza di un'importante evento sportivo, sono partiti alla loro maniera con la solita escalation di battute. Molto simpatico lo scambio del dizionario inglese e francese fra i due. I due comici lavorano molto bene e affiatati ricordando, di volta in volta, il modo di vedere il cabaret di altre più consolidate e famose coppie. Ale e Franz e ovviamente Ficarra e Picone, siciliani come loro, li ricordano spesso e bene pur senza imitarli; infine, Cochi e Renato dei tempi migliori mi sono venuti in mente durante lo scambio canoro. Simpaticissima, per concludere, la loro frase di saluto: "Se vi siamo piaciuti raccontatelo a tutti, se no fatevi i c...i vostri....

 

2006 Sparacino

Il 2006 la piazza di Paterno ha ospitato un'altro cabarettista che farà parlare molto di lui in futuro. Nel 2005 è stato finalista ai festival di San Marino, Manciano, Catania, Roma, Anacapri, inseriti nel circuito nazionale BravoGrazie. Pietro Sparacino, studente universitario di " Arti e scienze dello Spettacolo" curriculum “Teatro” presso l'Università La Sapienza di Roma. Nato e residente in provincia di Siracusa e non nasconde il suo accento siculo. Personalmente l'ho trovato molto vicino a Fiorello nella sua performance, a volte riuscendo anche molto bene. Ha coinvolto molto la platea ed ha fatto veramente divertire i Paternesi.

 

2004 Giugliarelli

Nel 2004 è stato il turno di un promettente cabarettista, finalista al Festival Nazionale dell'Umorismo Cabaret amore mio! di Grottammare è uno dei più promettenti comici della scuola romana: Gianluca Giugliarelli. Parlare di lui come un semplice cabarettista, non solo è un'offesa, ma riduce tutta la sua bravura in dua battute. In realtà, Giugliarelli è un'artista completo. Ha recitato infatti con Gigi Proietti in teatro sotto la sua regia in "il dramma della gelosia". I suoi lavori spaziano anche in tv dove ha partecipato in diverse fiction. Nel 2003 ha vinto anche il premio RidiRoma, il festival romano per le nuove leve comiche.

 

 

…Pergite quaerentes Syculos Saturnia in arva
illam Aborigenum Cotylam cui natat in undis Insula…"

"…andate a cercare la terra dei Siculi, quella di Saturno e Cutilia degli Aborigeni, dove si muove un'isola…"